SAIGE perofrms building thermography surveys for legal attroney and insurances and operates in the infrared and Triveneto Veneto, Emilia Romagna and Lombardy. We offer services of infrared thermography, blower door test with 2 fans Minneapolis Blower Door suitable for building large-volume, measurements of transmittance using heat flow meter, noise testing for buildings in areas of Padua, Rovigo, Ferrara, Bologna, Mantua, Milan, Ravenna, Venice, Verona, Vicenza, Treviso, Belluno, Imola, Rimini, Forlì, Modena.

Termografia-Edile_01

indagine termografica condominio  Per una seria certificazione energetica di un edificio è necessario verificare i valori di calcolo desunti teoricamente o dalle dichiarazioni dei fornitori di materiali mediante misure in opera. Per leggere il nostro articolo sui collaudi energetici degli edifici collegati a:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/28058408/COLLAUDO%20ENERGETICO.pdf

Il decreto 26 giugno 2009 “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici” prevede, al punto 4.2 ed al punto 8 dell’allegato A, la possibilità di prove strumentali sull’edificio, per effettuarne un collaudo energetico.

SAIGE collabora con certificatori energetici abilitati SACERT per la Lombardia ed iscritti nella lista della Regione Emilia Romagna. L’attestato di certificazione energetica, o di qualificazione energetica (in Regioni che non hanno manato normative specifiche) è obbligatorio dal 1 luglio 2009 per il trasferimento di proprietà di tutti gli immobili superiori a 50 mq, anche per pratiche di leasing.
La termografia è un metodo di determinazione e rappresentazione della temperatura superficiale tramite misurazione della densità di radiazione infrarossa radiante da una superficie, comprendendo l’interpretazione dei meccanismi che producono irregolarità delle immagini termiche. Essa riveste e rivestirà (vista l’entrata in vigore delle normative sul risparmio energetico) sempre maggiore importanza in ambito edilizio, essendo un metodo che, in presenza di opportune condizioni ambientali, presenti naturalmente (termografia passiva) o da “forzare” per l’esecuzione della prova (termografia attiva), consente:

– la rilevazione della temperatura superficiale delle facciate (e dei tetti, se visibili dall’alto) per verificare la buona esecuzione dell’isolamento termico previsto dalle recenti normative riguardanti il risparmio energetico e la certificazione energetica
– la rilevazione della tessitura muraria e dei tamponamenti di fonometrie per il restauro architettonico
– la valutazione del comfort interno mediante la rilevazione della temperatura superficiale radiante delle pareti e delle vetrate
– la rilevazione delle strutture e degli impianti nascosti, compresi rete idraulica ed elettrica
– la caratterizzazione dei distacchi dei rivestimenti (ad es. dell’intonaco o di affreschi)
– l’umidità di condensa e di risalita, accoppiando la termografia a rilievo termo igrometrico ed ad indagini con strumenti a microonde
– le infiltrazioni d’aria a diversa temperatura

Termografia-Edile_02

Termografia-Edile_03

Termografia-Edile_04

Termografia-Edile_05

I rilievi termografici dell’involucro edilizio vengono eseguiti da ingegnere certificato al 2° livello della UNI EN 473:2001 – ISO 9712 per il metodo termografia a infrarossi.
Tale norma tecnica prevede la certificazione al 2° livello per l’abilitazione a interpretare e quindi a firmare perizie termografiche. La certificazione è importante sia per il valore legale della perizia termografica, ma anche perché la formazione è fondamentale per essere in grado di fornire un’interpretazione corretta dell’immagine termografica.
I termogrammi saranno ripresi con termocamera professionale dotata di sensore microbolometrico ad elevata risoluzione (320×240) e sensibilità termica (0,08°C). L’apposito software in dotazione consente una dettagliata analisi dei dati.
I rilievi termografici sono finalizzati alla rivelazione di ponti termici ed altre irregolarità termiche dell’edificio (UNI EN 13187:2000, specifica per il metodo termografico), che causano dispersioni energetiche. Vengono rilevati anche temperatura, umidità relativa, pressione, velocità del vento. I risultati dell’analisi comprendono l’importanza di ogni eventuale difetto di costruzione rilevabile, confrontando i difetti con zone simili del resto dell’involucro. La termografia consente anche, la rivelazione della presenza di umidità, in quanto l’acqua, quando tende ad evaporare, sottrae calore e diminuisce la temperatura della superficie interessata.

Termografia-Edile_06Ponte termico interno ad abitazione (dispersione energetica); visibile anche orditura solaio.

Termografia-Edile_07Diagramma della temperatura attraverso la linea azzurra del ponte termico della foto a fianco.

Termografia-Edile_08Edificio in parte con cappotto (zona a sinistra) ed in parte senza cappotto (zona a destra).

Termografia-Edile_09Notevoli dispersioni termiche da termosifone (riquadro S01) in edificio con scarso isolamento termico.

Termografia-Edile_10Ponti termici da elementi strutturali in c.a.

Termografia-Edile_11Diagramma delle temperature sui ponti termici della foto a fianco.

Termografia-Edile_12Ponti termici ed umidità in edificio residenziale.